martedì 24 aprile 2012

Football Americano: Warrios Bologna in testa da soli e dietro di loro è bagarre

Pubblicato da Luca Chirico alle ore: 11:47, quest' articolo ha: 0 commenti.

Guerrieri vittoriosi nel duello contro i Rhinos che ha costituito il piatto forte della settima giornata, ma la stagione si conferma incertissima: solo due squadre sembrano fuori dai giochi per la qualificazione ai playoff.



Warriors primi e confermati tali, Panthers in recupero dopo la sconfitta di Catania, Elephants che passano con rimonta e vigore a Bolzano e Dolphins che la spuntano dopo una partita iniziata bene poi divenuta difficile per la grande rimonta degli Hogs. Se si aggiunge il record vincente della matricola Daemons e la vittoria dei Seamen nel primo incontro casalingo IFL dopo la scomparsa di Joe Avezzano si comprende come questa sia forse la migliore stagione nella storia della IFL. E ora le partite, in dettaglio.

SEAMEN MILANO-MISTERSEX LAZIO MARINES 12-7
Seconda vittoria consecutiva dei Seamen nella prima partita IFL disputata al Vigorelli, ribattezzato ora (non ufficialmente) Joe Avezzano Stadium, dopo la morte del loro coach, il 5 aprile scorso. E sesta sconfitta in sei gare per i Marines, che non hanno potuto utilizzare il quarterback Ryan Downard, in campo domenica scorsa contro i Giants ma subito infortunato. I Marinai, pur frenati da qualche assenza, hanno sostanzialmente dato l’impronta alla partita nel primo quarto, in cui hanno segnato i loro due touchdown: prima Gianluca Santagostino, sempre più forte (e autore poco dopo di una ricezione da 65 yard), con una ricezione da 5 yard con calcio di trasformazione che colpisce il… palo senza entrate, poi Jordan La Secla con una corsa di 1 yard non trasformata dallo stesso La Secla su passaggio. Nel secondo e terzo quarto molti drive si esaurivano su punt o senza chiusura al quarto, con l’intermezzo di una situazione confusa in cui La Secla, placcato, perdeva palla, presa poi ripersa e recuperata dai Seamen sulle proprie 11 yard. Gli ospiti tornavano in possesso del pallone con un intercetto di Kellen Pruitt ma lo perdevano poco dopo su fumble, mentre poco prima dell’intervallo Santagostino non era riuscito a tenere in end zone un passaggio di La Secla. I Marines arrivavano in end zone per la prima e unica volta nel finale del quarto quarto: passaggio di Pruitt per Valerio Bracale per 7 yard con il calcio aggiuntivo di Massimiliano Valia per il 12-7 a 2’31” dal termine. L’inevitabile onside kick veniva preso dai Seamen, anche per un’infrazione ospite, ma i Marinai non chiudevano il down e lasciavano il possesso ai laziali a 40” dalla fine, a 80 yard però dalla end zone: inutili però tutti i tentativi, e la Milano blue navy poteva festeggiare per la seconda settimana consecutiva.


Etichette: , , , ,

Pubblicizza: Invia questo articolo tramite e-mail ad uno o più tuoi amici

Football Americano: in Lenaf solo il girone Est sembra già deciso

Pubblicato da Luca Chirico alle ore: 11:07, quest' articolo ha: 0 commenti.

Iniziano i punteggi da basket anche in LENAF? Così sembra a vedere alcuni risultati...



A Parma vittoria sul finale oer i Blacks, Gara intensa a Venezia e divertente in Lunigiana. Derby in discesa per i Barbari, equilibrio tra Aquile e Guelfi e poca fatica per i Mastini. Questa, in sintesi, la settima giornata del campionato Lenaf.

Si comincia al sabato con tre partite. A Parma i Blacks si impongono sui Bobcats non senza faticare al termine di una partita equilibrata con due attacchi che hanno espresso tutto il proprio potenziale.


Etichette: , , , ,

Pubblicizza: Invia questo articolo tramite e-mail ad uno o più tuoi amici

Football Americano: Meno 4 ai playoff del CIF9, le classifiche iniziano a prender forma

Pubblicato da Luca Chirico alle ore: 10:29, quest' articolo ha: 0 commenti.

Due supplementari a Cirié.



Sabato gara abbastanza combattuta nel girone A tra i Sauk Wolves Cosenza e gli Elephants Catania, che vincono 36-16 pur privi del QB Conticello e di un'altra decina di ragazzi per indisponibilità varie. In regia si sono così alternati il RB Castello, autore di un paio di bei TD su corsa e il WR Mannino, protagonista di un lancio spettacolare preso dopo 2 rimbalzi da Gulisano in Endzone. Nella seconda parte di gara (i primi due quarti si erano chiusi sul 20-0 per gli Elephants) buone cose anche da parte dei Sauk Wolves, in particolare un TD in corsa di Cersosimo.

Ancora più combattuto, nel girone I, il derby tra i Blitz Cirié e i Mastiffs Ivrea, vinto da questi ultimi con il punteggio di 9-6, ma per decidere la gara c'é stato bisogno di due overtime. I Terni Steelers invece chiudono il discorso nel girone E andando a vincere 20-6 in casa dei Black Hammers Ostia e conquistando quindi il primato in classifica.


Etichette: , , , ,

Pubblicizza: Invia questo articolo tramite e-mail ad uno o più tuoi amici
martedì 17 aprile 2012

Football Americano: La pioggia condiziona quasi tutte le partite della giornata in LENAF

Pubblicato da Luca Chirico alle ore: 11:03, quest' articolo ha: 0 commenti.

Ai Grizzlies il derby di Roma, Islanders bloccati salta la partita con gli Sharks.


Si comincia sabato sera con le due squadre torinesi impegnate in contemporanea in casa sotto il diluvio. Poi occhi puntati a Roma, per il derby capitolino tra Barbari e Grizzlies. Le compagnie aeree annullano i voli su Palermo e si rinvia Sharks – Islanders Verona.

Sabato sera si gioca solo a Torino: i Giaguari primi in classifica ospitano i Bobcats Parma, mentre i Blacks fanno gli onori di casa ai Mastini Verona. Tra Giaguari e Bobcats l'equilibrio dura più o meno fino all'intervallo, quando le squadre vanno al riposo sul 16 a 13 per i felini. Poi nella ripresa l'inerzia della partita si tinge di giallonero e i Giaguari mantengono la leadership del girone con un 4-0 in classifica. Di Paolo Armah le segnature degli ospiti, che sono i primi a segnare sabato sera, di Caruso (2), Di Stefano, Mella, Giorio e Rampini i td dei piemontesi ai quali si aggiungono una safety nel primo quarto, un field goal e sei punti addizionali (su sette) di Burastero. Un “in bocca al lupo” all'emiliano Nicolò Russo infortunatosi nel secondo tempo. Partita correttissima, con solo una manciata di flag lanciate dalla crew, quella di Grugliasco, tra Blacks e Mastini Verona. A segno per i padroni di casa Luca Brun (per lui un touchdown, due calci di trasformazione e un field goal), Matteo Zucco (un td e una trasformazione da due) e Alessandro Brena. Una botta più forte del solito al ginocchio di Marco Zaffino, ma per fortuna nulla di preoccupante. Per i Mastini a referto Grandi e Mutascio, che pareggiano fino al 14 a 14 e Todaro, che con i Mastini sotto 17 a 14 riceve in end zone dal giovane regista scaligero Pavoni per il 20-17 che fa sognare gli uomini di coach Zamichieli, prima del definitivo td di Brena.


Etichette: , , , ,

Pubblicizza: Invia questo articolo tramite e-mail ad uno o più tuoi amici

Football Americano: Solo gli Skorpions vincono in trasferta nel nono turno del CIF9

Pubblicato da Luca Chirico alle ore: 10:31, quest' articolo ha: 0 commenti.

Eagles vincono di prepotenza, soliti Cardinals a valanga e Dragons sul filo di lana.

Puzzle Ravensburger
Nel girone A convincente vittoria dei Cardinals, che sabato hanno battuto 63-6 i Caribdes Messina mostrando il meglio del loro repertorio offensivo (7 TD di Spinelli, 2 di Spataro e 1 di Abbadessa) e una difesa che si è fatta battere solo nel terzo quarto con l'unico TD subito (e realizzato da Milioti). I palermitani sono ora saldamente in vetta e guardano già ai playoff. Netto successo anche da parte degli Elephants Catania, che hanno la meglio 42-0 sui Sauk Wolves Cosenza, capaci di mostrare una buona resistenza nella prima parte del match. Dopo il 14-0 nel primo quarto e un secondo periodo senza segnature, gli etnei hanno dilagato nella seconda parte (16-0 e 12-0 gli altri due quarti).

Il girone B ha offerto la gara più combattuta ed equilibrata del week-end, come d'altronde era stata all'andata la sfida tra Dragons e Achei. Stavolta però hanno vinto i salentini, 44-42 il punteggio finale, ipotecando così un posto nei playoff. I giocatori sono scesi in campo con un asciugamano da gara rosa ben visibile sulla canonica divisa nera per lanciare un messaggio a favore della lotta ai tumori al seno. Palloncini rosa anche sugli spalti, con i volontari della Lega Italiana per la Lotta ai Tumori impegnati in una raccolta fondi. La gara è stata decisa da un TD a 50” dal termine Vittoria senza problemi per i Patriots Bari, che hanno ottenuto una vittoria fondamentale sui Green Hawks Barletta (42-7 il punteggio) che rimandano l'appuntamento con la prima vittoria. Privi di Bottalico, i baresi hanno beneficiato del rientro di ricevitori e titolari e del QB Tane, assenti nella gara contro i Dragons. Buoni gli esordi di Cacucci, Farezza e Marozzo, quest'utlimo andato anche a segno. Gli altri TD sono di Di Pinto, Lovecchio, Lagioia, Tane. Nell'ultimo quarto Bruno a segno per i Green Hawks.


Etichette: , , , ,

Pubblicizza: Invia questo articolo tramite e-mail ad uno o più tuoi amici
sabato 14 aprile 2012

Football Americano: In IFL ultima chiamata per Seamen e Marines?

Pubblicato da Luca Chirico alle ore: 12:31, quest' articolo ha: 0 commenti.

La sesta giornata di IFL si apre con la trasferta dei Seamen Milano sul campo degli Hogs, da segnalare anche l’edizione numero 14 del derby di Bologna tra Elmo Doves e Warriors.

v


14 aprile 2012 –Non c’è mai stata una giornata di campionato così, nella storia della IFL. Il ricordo e il compianto per la morte di Joe Avezzano, il coach dei Seamen Milano e tre volte campione NFL scomparso il 5 aprile proprio nel capoluogo lombardo, e la cui salma è arrivata ieri in Texas, sono ancora fortissimi non solo tra i Seamen, ma in tutto il mondo del football, che oggi e domani ricorderà Coach Joe con un minuto di silenzio prima di ogni partita. Per coincidenza, che diventa un omaggio aggiuntivo alla memoria di Avezzano, saranno proprio i Seamen ad inaugurare il weekend di gare, con la trasferta di Scandiano per la sfida contro gli Hogs. Anche le altre partite sono tutte interessanti, a conferma del valore dell’IFL 2012: dal punto di vista storico e ambientale è attesissimo il derby di Bologna, con forze sul campo che paiono sbilanciate a favore dei Warriors ma grande spirito di sfida da parte degli Elmo Doves, mentre in tutte le partite rimanenti è in gioco uno dei sei posti nei playoff, per l’una o per l’altra squadra.

HOGS REGGIO EMILIA-SEAMEN MILANO
(sabato 14 aprile 2012 ore 15.30 Stadio Torelli via Togliatti Scandiano, Reggio Emilia)

Playoff in campo a Scandiano, in uno stadio che tra l’altro l’atto finale della post-season, il Super Bowl, l’ha ospitato più volte. Hogs con due vittorie e due sconfitte, consecutive, Seamen ancora senza successi dopo quattro gare ma con evidenti miglioramenti e il ritorno di alcuni infortunati. Qualche preoccupazione, in casa reggiana, per l’assenza del killer instinct, la capacità cioè di finalizzare le opportunità create, come i quattro viaggi nella red zone contro i Lions da cui alla fine non è scaturito nemmeno un punto. In una partita persa 20-0 significa che con un qualcosa in più si sarebbe rimasti in ballo sino all’ultimo secondo. Proprio su questo desiderio di non sprecare ha lavorato l’head coach Luca Cattini durante la pausa: «Se perdo una partita 50-0 non credo mi starei a fare troppe domande: ho giocato contro una squadra nettamente superiore. Se però come a Bergamo, perdo per tre touchdown e quattro o cinque volte vedo la mia squadra che spreca la concreta possibilità di segnare dei punti, allora manca la concentrazione. Quindi ho fatto lavorare tutto l’attacco a un ritmo serrato, cercando di aumentare il più possibile il numero delle ripetizioni di schemi. In campo si esegue in base a come ci si è allenati: un fuori gioco, un blocco sbagliato, uno schema male eseguito in allenamento non possono portare altro che errori il giorno della partita. Credo comunque che dopo queste due settimane i ragazzi l’abbiano capito». Per i Seamen c’è ancora l’effetto dello tsunami emotivo seguito all’improvvisa scomparsa, lo scorso 5 aprile, di Joe Avezzano, Coach Joe. Cosa abbiano rappresentato questi giorni nella testa dei ragazzi, oggi allenati da Paolo Mutti, è cosa ovvia: la perdita di Joe Avezzano, leader fuori e dentro il campo, lascerà senza dubbio una traccia profonda con la quale il coaching staff, costituito da persone che peraltro respirano sport e football da tempo immemore, dovrà confrontarsi. Rinviato intanto il debutto in campionato di Alexis Magallanes, il running back messicano che aveva giocato la partita di Efaf Cup contro i Braunschweig Lions: possibile che la sua prima partita in IFL sia quella del sabato successivo contro i MisterSex Lazio Marines al Vigorelli.


Etichette: , ,

Pubblicizza: Invia questo articolo tramite e-mail ad uno o più tuoi amici

Football Americano: LENAF alla settima giornata

Pubblicato da Luca Chirico alle ore: 10:49, quest' articolo ha: 0 commenti.

A Roma il derby che vale la vetta, esordio casalingo per i Giaguari Torino primi in classifica contro i Bobcats Parma e trasferta insidiosa a Palermo per gli Islanders Venezia contro gli Sharks

Puzzle Ravensburger


Doppia sfida a Torino con entrambe le squadre impegnate in casa: i Giaguari al Nebiolo ospitano i Bobcats Parma e i Blacks che a Grugliasco aspettano i Mastini Verona. I felini gialloneri, primi in classifica, in caso di vittoria prenderebbero il largo, costringendo i Mastini, già battuti prima di Pasqua, ad un inseguimento senza sosta. Sempre che i Blacks non si arrendano. In caso di vittoria i ragazzi di Brena non solo raggiungerebbero i veronesi, ma li supererebbero in classifica proprio grazie agli scontri diretti.

A Palermo gli Sharks ospitano gli Islanders Venezia capolisti di un girone tutto sommato ancora molto aperto. Forse solo i Saints Padova, in caso di sconfitta, dovranno rivedere gli obiettivi, per il resto porte ancora spalancate per tutti. Derby che vale la vetta della classifica a Roma, tra Barbari Roma Nord e Grizzlies Roma. Entrambe le formazioni hanno un record di 2-0 e la vittoria potrebbe voler dire primato assoluto, se i Crusaders Cagliari battessero a Napoli i Briganti, anch'essi a 2-0. Ultima partita in programma la sfida tra Titans Romagna e Aquile Ferrara, con i “rapaci”, all'esordio in Lenaf, ancora fermi a quota zero vittorie.


Etichette: , ,

Pubblicizza: Invia questo articolo tramite e-mail ad uno o più tuoi amici

Football Americano: Quasi tutte le formazioni del CIF9 in campo

Pubblicato da Luca Chirico alle ore: 10:02, quest' articolo ha: 0 commenti.

La partita da seguire sarà senza dubbio Eagles – Crabs, con le squadre impegnate a giocarsi il primato nella classifica del girone C, ma interessante per la graduatoria (e per lo spettacolo) sarà anche Hurricanes – Redskins.

Rabbids

Le prime a scendere in campo saranno, alle 13 di sabato, Elephants Catania e Sauk Wolves Cosenza. Entrambe le squadre sono a zero punti in classifica, ma fin qui i siciliani hanno fatto veder cose discrete. Per i cosentini alla loro prima stagione, non si chiede altro che fare esperienza. Nonostante le pesanti sconfitte patite in campionato, il team rossoblu qulache sprazzo di buon gioco lo ha fatto vedere, e tanto basti. Sempre sabato, ma a Palermo, scenderanno in campo Cardinals e Caribdes Messina. All'andata gli amaranto di casa avevano violato il campo dei messinesi riuscendo sempre a rintuzzare i tentativi dei peloritani. Una vittoria lancerebbe i Cardinals in vetta alla classifica spalancando le porte dei playoffs.

A Salerno la partita più importante della giornata, quella tra Eagles e Crabs Pescara. Entambe le squadre hanno fatto vedere fin qui un grande football, come del resto hanno sempre espresso anche gli anni sorsi. L'equilibrio in vetta si romperà inevitabilmente sabato e solo una guarderà le altre dall'alto in basso. Le altre due del girone, Napoli 82ers e Goblins si affronteranno al Collana della città campana domenica pomeriggio. Le altre gare del sabato sono quella di Marina di Ravenna tra i Chiefs e la matricola Jokers Pesaro, e quella di Terni tra Steelers e il fanalino di coda Marines Lazio.


Etichette: , ,

Pubblicizza: Invia questo articolo tramite e-mail ad uno o più tuoi amici
martedì 3 aprile 2012

Football Americano: Predatori - Condors 35-32 (CIF9)

Pubblicato da Luca Chirico alle ore: 10:27, quest' articolo ha: 0 commenti.

A Grosseto la settimana scorsa era finita con i Predatori a respingere l'ultimo assalto disperato alla propria goal line dei Condors. E ieri sera è andata esattamente nello stesso modo, con i Predatori a bloccare per quattro volte l'attacco dei Condors ad una yard dalla linea di meta ad un minuto dalla fine del match.

Match decisamente spettacolare, giocato da due squadre che si sono date battaglia fino alla fine, una partita intensa che ha tenuto sulle spine il discretamente folto pubblico presente al Daneri di Caperana. I Predatori iniziano con Brakollari a (meno di) metà servizio, con la schiena dolorante. Palla allora a Eugenio Cabella, che in serata di grazia, risolve diverse situazioni e conquista un buon numero di yards.

Poi spazio al gioco aereo, con Biasotti che pesca Malabruzzi con un passaggio di una trentina di yards. Spettacolo nel secondo quarto, i Condors che rispondono per le rime e non solo pareggiano, ma che andranno negli spogliatoi in vantaggio 20 a 14. Per i maremmani segna prima Cannatella, che pareggia ricevendo un passaggio di 15 yards da Corsini. Risponde Brakollari (di corsa) per riportare i Predatori in vantaggio, ma Corsini prima del riposo si esibisce in altri due td-pass, prima per Cannatella e poi per Giustarini. Nella ripresa è ancora Cannatella con una bella corsa di 23 yards ad allungare per gli ospiti. A questo punto i Predatori rientrano in partita e Malabruzzi riavvicina i liguri ricevendo da Biasotti. Ultimo quarto non adatto ai deboli di cuore: il punteggio è sul 26 a 21 per i Condors: palla ai Predatori sulle 20 difensive, passaggio di Biasotti a Malabruzzi. Il pallone vola per una trentina di yards, viene ricevuto in tranquillità dal numero 81 tigullino che si invola per le restanti 40 yards che lo separano dalla end zone. Trasformazione a segno e punteggio che si ribalta: 28 a 26 per i Predatori. Il kickoff viene ritornato fin verso metà campo, un buon gioco aereo sposta i Condors poco fuori la red zone ligure, e Cannatella riporta i toscani avanti, punteggio 32 a 28 per i Condors. Kickoff ritornato dagli arancioni fin quasi a metà campo. Qualche azione di “avvicinamento” e, verso i due minuti dalla fine, Brakollari si invola per 36 yards fino alla goal line. Punteggio 35 a 32 per i Predatori.


Etichette: , , , , ,

Pubblicizza: Invia questo articolo tramite e-mail ad uno o più tuoi amici
lunedì 2 aprile 2012

Football Americano: Panthers a Warriors in testa in IFL

Pubblicato da Luca Chirico alle ore: 18:45, quest' articolo ha: 0 commenti.

Con la vittoria per 38-27 sul campo degli imbattuti Dolphins i campioni d’Italia confermano la loro crescita: pari a loro i Warriors Bologna, che passano 21-20 sui Giants Bolzano in un finale emozionante. Strepitoso derby milanese tra Seamen e Rhinos, che vincono 34-33 in rimonta, mentre le matricole Daemons Cernusco ottengono la seconda vittoria consecutiva con il 36-30 sui Marines, che conducevano 30-14. Facile il successo degli Elephants Catania a Bologna sui Doves. Unica vittoria casalinga, quella dei Lions Bergamo sugli Hogs Reggio Emilia, 20-0.

Puzzle Ravensburger

2 aprile 2012 Rimonte e salvataggi, sorprese e partite tirate. Questo il succo della quinta giornata di IFL, che ha visto cinque successi esterni su sei, ad eccezione della seconda vittoria stagionale dei Lions, vittoriosi sugli Hogs. Spettacolare il derby di Milano vinto dai Rhinos, ma al numero uno del weekend vanno messi i Panthers, che sono usciti con grande brillantezza dalla sfida lanciata loro dagli Energy Building Dolphins Ancona, passati in vantaggio 7-0 poi incapaci di reagire, se non quando era tardi, alla sfuriata dei campioni d’Italia. Ecco il dettaglio delle partite, ricordando che il campionato IFL osserverà un turno di riposo in occasione della Pasqua, riprendendo sabato 14 aprile.

SEAMEN MILANO-SAMPLA BELTING RHINOS MILANO 33-34
Una delle più avvincenti partite di football degli ultimi anni, dal punto di vista dello spettatore, uno spettacolo che è stato un grandioso spot per questo sport nella versione italiana, grazie anche all’ottimo pubblico (sfiorate le 1500) e alla possibilità per i telespettatori di tutta Italia di goderne la sintesi giovedì prossimo alle 23 su Raisport1 nel corso del programma IFL Magazine. Ottimo come sempre il contorno predisposto dai Seamen, con l’area hospitality e food americanizzata da saggia regola e l’assaggio dei marshmallow caramellati della Rocky Mountain. Alti e bassi anche nel rendimento delle squadre: super inizio del Marinai, 19-0 con touchdown di Alex (corsa di 42 yard) e Anthony DiMichele (ritorno di intercetto di 13 yard) e di Danilo Bonaparte dopo fantastica ricezione di Gianluca Santagostino per quasi 80 yards, ma sulla trasformazione del terzo td l’holder Lorenzo Nardin cercava il passaggio in end zone che però Antonio Delaria intercettava riportando dalla parte opposta per oltre 100 yard e il 19-2. 26-8 il finale del primo tempo dopo un’altra prodezza del qb dei Seamen Jordan La Secla, che sull’ultima azione trovava in scramble Anthony DiMichele per 48 yard. Ancora Alex DiMichele per 18 yard e il 33-14 a inizio terzo quarto per il td del +19 seamem che sembrava avere scavato il divario definitivo, ma da lì in poi i Marinai non avrebbero più segnato: i td di Lane Olsen e Jamal Schulters, dopo un onside kick ricoperto dai Rhinos, portavano al -5 sul 33-28 Seamen, che poi perdevano il pallone su fumble di Bonaparte in prossimità della end zone. I Rhinos allora mettevano assieme un lungo drive concluso da un passaggio di Taylor Harris per Marco Gementi per 22 yard e il touchdown del sorpasso sul 34-33, anche se falliva la trasformazione alla mano. Mancavano 2’24” alla fine e restava tempo ai Seamen per un ultimo drive, ma il kickoff dei Rhinos veniva toccato inavvertitamente da un membro dello special team dei Marinai e ricoperto dai neroarancio, che potevano così far terminare il tempo con il possesso di palla.


Etichette: , , , ,

Pubblicizza: Invia questo articolo tramite e-mail ad uno o più tuoi amici

Football Americano: In LENAF iniziano gli allunghi...

Pubblicato da Luca Chirico alle ore: 18:25, quest' articolo ha: 0 commenti.

Cominciano a delinearsi le forze in campo


Rabbids

Partite un po' tutte spettacolari queste della quarta giornata del campionato Lenaf giocata questo weekend. Alternanza di risultato a Torino, tra Blacks e Frogs Legnano e a Ferrara, tra Aquile e Red Jackets Lunigiana. Tanta intensità, seppur con punteggi più contenuti a Verona, Venezia e Trieste. Vincono facile i Guelfi a Pesaro e i Briganti a Roma.

Ad Est era in programma l'interessante Islanders Venezia contro Draghi Udine. In palio la vetta del girone. In Laguna le squadre si equivalgono per tre quarti di partita, poi nell'ultima frazione i padroni di casa ingranano al quinta e salutano. Il primo periodo termina zero a zero e nel secondo quarto le prime segnature: prima l'udinese Odiase sbaglia un field goal, ma un intercetto sul quarterback di casa Nerozzi consegna il pallone ai nero-arancio che non perdonano. Ardiuino pesca Corrado e Draghi Udine avanti sei a zero. Colpiti nel vivo gli Islanders reagiscono con l'asse Nerozzi-Scaramuzza per il sei pari che manda le squadre negli spogliatoi. Terzo quarto nuovamente zero a zero, con un td su intercetto del veneziano Cester annullato. Nell'ultima frazione ecco gli Islanders: ancora la premiata ditta Nerozzi-Scaramuzza sugli scudi per il 13-6, e poi Bovo che infila il field goal del 16 -6 finale. A Trieste i Mustangs ospitavano gli Sharks Palermo che guidati da uno Zappalà in gran forma si impongono in recupero, dopo esser stati in svantaggio due volte. Avanti i giuliani con un intercetto riportato in end zone, Zappalà risponde con una corsa di una cinquantina di yards. Ancora avanti i Mustangs su passaggio ed ancora una corsa di Zappalà. Nel finale sempre il quarterback palermitano sullo score, con due field goal che centrano i pali


Etichette: , , , ,

Pubblicizza: Invia questo articolo tramite e-mail ad uno o più tuoi amici

Football Americano: Nel CIF9 iniziano a delinearsi le classifiche

Pubblicato da Luca Chirico alle ore: 17:22, quest' articolo ha: 0 commenti.

Grande spettacolo a Chiavari, tra Predatori e Condor che ripetono (anche nel punteggio) la partita della settimana scorsa. Partite in discesa per Crabs, Bills, Black Hammers e Skorpions.




v

A Chiavari si è giocata la partita più intensa della settimana, con finale sempre in bilico e risultato deciso a 10 secondi dal fischio finale. Apre le danze il predatore Malabruzzi che riceve da Biasotti, pareggia il condor Canatella che riceve da Corsini. Nel secondo quarto gli ospiti allungano (ancora Cannatella e poi ancora Corsini per Giustarini) nonostante il td di un Brakollari sceso in campo non al cento per cento. Nel terzo quarto ancora Cannatella a segno e parziale sul 26 a 14 ospite. Prima dell'ultimo cambio di campo ancora Malabruzzi per il 21-26. Il sorpasso dei Predatori nell'ultimo quarto con una strepitosa combinazione da 70 e più yards tra Biasotti e Malabruzzi. I Condor tornano in vantaggio con Cannatella, ma a poco meno di due minuti dalla fine Brakollari segna l'ultima marcatura dell'incontro. I Condor arrivano ad una yard dalla goal line con quattro tentativi a disposizione, ma la difesa ligure li ferma e conquista il possesso del pallone a soli dieci secondi dal fischio finale. Partita decisamente non adatta ai deboli di cuore. Come all'andata, del resto.

Meno punti, ma altrettanto pathos a Terni tra Steelers e Gladiatori Roma. Iniziano gli ospiti con Trotta che segna dopo una corsa di una yard, risponde l'umbro Lattanzi si invola per una novantina di yards e riporta sotto i padroni di casa. Nel secondo quarto il romano Pietragalla nuovamente a segno per il 14 a 6. Zero a zero nel terzo periodo e Steelers che concludono in end zone una combinazione Fringuelli – Almeida, ma senza la trasformazione da due punti, il touchdown non basta a mandare le squadre in over time.
Poca storia, invece, ad Arona dove la matricola 65ers viene battuta senza attenuanti dagli Skorpions Varese. Due touchdown per Giorgetti, uno per Facetti (che trasforma anche due td altrui), Malomo su passaggio di Micheli, Sessa e Granelli su punt return. Una trasformazione a testa per Pipas e Ambrosetti.


Etichette: , , , ,

Pubblicizza: Invia questo articolo tramite e-mail ad uno o più tuoi amici