lunedì 2 aprile 2012

Football Americano: Panthers a Warriors in testa in IFL

Pubblicato da Luca Chirico alle ore: 18:45, quest' articolo ha: 0 commenti.

Con la vittoria per 38-27 sul campo degli imbattuti Dolphins i campioni d’Italia confermano la loro crescita: pari a loro i Warriors Bologna, che passano 21-20 sui Giants Bolzano in un finale emozionante. Strepitoso derby milanese tra Seamen e Rhinos, che vincono 34-33 in rimonta, mentre le matricole Daemons Cernusco ottengono la seconda vittoria consecutiva con il 36-30 sui Marines, che conducevano 30-14. Facile il successo degli Elephants Catania a Bologna sui Doves. Unica vittoria casalinga, quella dei Lions Bergamo sugli Hogs Reggio Emilia, 20-0.

Puzzle Ravensburger

2 aprile 2012 Rimonte e salvataggi, sorprese e partite tirate. Questo il succo della quinta giornata di IFL, che ha visto cinque successi esterni su sei, ad eccezione della seconda vittoria stagionale dei Lions, vittoriosi sugli Hogs. Spettacolare il derby di Milano vinto dai Rhinos, ma al numero uno del weekend vanno messi i Panthers, che sono usciti con grande brillantezza dalla sfida lanciata loro dagli Energy Building Dolphins Ancona, passati in vantaggio 7-0 poi incapaci di reagire, se non quando era tardi, alla sfuriata dei campioni d’Italia. Ecco il dettaglio delle partite, ricordando che il campionato IFL osserverà un turno di riposo in occasione della Pasqua, riprendendo sabato 14 aprile.

SEAMEN MILANO-SAMPLA BELTING RHINOS MILANO 33-34
Una delle più avvincenti partite di football degli ultimi anni, dal punto di vista dello spettatore, uno spettacolo che è stato un grandioso spot per questo sport nella versione italiana, grazie anche all’ottimo pubblico (sfiorate le 1500) e alla possibilità per i telespettatori di tutta Italia di goderne la sintesi giovedì prossimo alle 23 su Raisport1 nel corso del programma IFL Magazine. Ottimo come sempre il contorno predisposto dai Seamen, con l’area hospitality e food americanizzata da saggia regola e l’assaggio dei marshmallow caramellati della Rocky Mountain. Alti e bassi anche nel rendimento delle squadre: super inizio del Marinai, 19-0 con touchdown di Alex (corsa di 42 yard) e Anthony DiMichele (ritorno di intercetto di 13 yard) e di Danilo Bonaparte dopo fantastica ricezione di Gianluca Santagostino per quasi 80 yards, ma sulla trasformazione del terzo td l’holder Lorenzo Nardin cercava il passaggio in end zone che però Antonio Delaria intercettava riportando dalla parte opposta per oltre 100 yard e il 19-2. 26-8 il finale del primo tempo dopo un’altra prodezza del qb dei Seamen Jordan La Secla, che sull’ultima azione trovava in scramble Anthony DiMichele per 48 yard. Ancora Alex DiMichele per 18 yard e il 33-14 a inizio terzo quarto per il td del +19 seamem che sembrava avere scavato il divario definitivo, ma da lì in poi i Marinai non avrebbero più segnato: i td di Lane Olsen e Jamal Schulters, dopo un onside kick ricoperto dai Rhinos, portavano al -5 sul 33-28 Seamen, che poi perdevano il pallone su fumble di Bonaparte in prossimità della end zone. I Rhinos allora mettevano assieme un lungo drive concluso da un passaggio di Taylor Harris per Marco Gementi per 22 yard e il touchdown del sorpasso sul 34-33, anche se falliva la trasformazione alla mano. Mancavano 2’24” alla fine e restava tempo ai Seamen per un ultimo drive, ma il kickoff dei Rhinos veniva toccato inavvertitamente da un membro dello special team dei Marinai e ricoperto dai neroarancio, che potevano così far terminare il tempo con il possesso di palla.


Etichette: , , , ,

Pubblicizza: Invia questo articolo tramite e-mail ad uno o più tuoi amici

Football Americano: In LENAF iniziano gli allunghi...

Pubblicato da Luca Chirico alle ore: 18:25, quest' articolo ha: 0 commenti.

Cominciano a delinearsi le forze in campo


Rabbids

Partite un po' tutte spettacolari queste della quarta giornata del campionato Lenaf giocata questo weekend. Alternanza di risultato a Torino, tra Blacks e Frogs Legnano e a Ferrara, tra Aquile e Red Jackets Lunigiana. Tanta intensità, seppur con punteggi più contenuti a Verona, Venezia e Trieste. Vincono facile i Guelfi a Pesaro e i Briganti a Roma.

Ad Est era in programma l'interessante Islanders Venezia contro Draghi Udine. In palio la vetta del girone. In Laguna le squadre si equivalgono per tre quarti di partita, poi nell'ultima frazione i padroni di casa ingranano al quinta e salutano. Il primo periodo termina zero a zero e nel secondo quarto le prime segnature: prima l'udinese Odiase sbaglia un field goal, ma un intercetto sul quarterback di casa Nerozzi consegna il pallone ai nero-arancio che non perdonano. Ardiuino pesca Corrado e Draghi Udine avanti sei a zero. Colpiti nel vivo gli Islanders reagiscono con l'asse Nerozzi-Scaramuzza per il sei pari che manda le squadre negli spogliatoi. Terzo quarto nuovamente zero a zero, con un td su intercetto del veneziano Cester annullato. Nell'ultima frazione ecco gli Islanders: ancora la premiata ditta Nerozzi-Scaramuzza sugli scudi per il 13-6, e poi Bovo che infila il field goal del 16 -6 finale. A Trieste i Mustangs ospitavano gli Sharks Palermo che guidati da uno Zappalà in gran forma si impongono in recupero, dopo esser stati in svantaggio due volte. Avanti i giuliani con un intercetto riportato in end zone, Zappalà risponde con una corsa di una cinquantina di yards. Ancora avanti i Mustangs su passaggio ed ancora una corsa di Zappalà. Nel finale sempre il quarterback palermitano sullo score, con due field goal che centrano i pali


Etichette: , , , ,

Pubblicizza: Invia questo articolo tramite e-mail ad uno o più tuoi amici

Football Americano: Nel CIF9 iniziano a delinearsi le classifiche

Pubblicato da Luca Chirico alle ore: 17:22, quest' articolo ha: 0 commenti.

Grande spettacolo a Chiavari, tra Predatori e Condor che ripetono (anche nel punteggio) la partita della settimana scorsa. Partite in discesa per Crabs, Bills, Black Hammers e Skorpions.




v

A Chiavari si è giocata la partita più intensa della settimana, con finale sempre in bilico e risultato deciso a 10 secondi dal fischio finale. Apre le danze il predatore Malabruzzi che riceve da Biasotti, pareggia il condor Canatella che riceve da Corsini. Nel secondo quarto gli ospiti allungano (ancora Cannatella e poi ancora Corsini per Giustarini) nonostante il td di un Brakollari sceso in campo non al cento per cento. Nel terzo quarto ancora Cannatella a segno e parziale sul 26 a 14 ospite. Prima dell'ultimo cambio di campo ancora Malabruzzi per il 21-26. Il sorpasso dei Predatori nell'ultimo quarto con una strepitosa combinazione da 70 e più yards tra Biasotti e Malabruzzi. I Condor tornano in vantaggio con Cannatella, ma a poco meno di due minuti dalla fine Brakollari segna l'ultima marcatura dell'incontro. I Condor arrivano ad una yard dalla goal line con quattro tentativi a disposizione, ma la difesa ligure li ferma e conquista il possesso del pallone a soli dieci secondi dal fischio finale. Partita decisamente non adatta ai deboli di cuore. Come all'andata, del resto.

Meno punti, ma altrettanto pathos a Terni tra Steelers e Gladiatori Roma. Iniziano gli ospiti con Trotta che segna dopo una corsa di una yard, risponde l'umbro Lattanzi si invola per una novantina di yards e riporta sotto i padroni di casa. Nel secondo quarto il romano Pietragalla nuovamente a segno per il 14 a 6. Zero a zero nel terzo periodo e Steelers che concludono in end zone una combinazione Fringuelli – Almeida, ma senza la trasformazione da due punti, il touchdown non basta a mandare le squadre in over time.
Poca storia, invece, ad Arona dove la matricola 65ers viene battuta senza attenuanti dagli Skorpions Varese. Due touchdown per Giorgetti, uno per Facetti (che trasforma anche due td altrui), Malomo su passaggio di Micheli, Sessa e Granelli su punt return. Una trasformazione a testa per Pipas e Ambrosetti.


Etichette: , , , ,

Pubblicizza: Invia questo articolo tramite e-mail ad uno o più tuoi amici